Mamme a Bordo

Volare in gravidanza.

Con un po 'di precauzioni  e preparazione, le donne durante il periodo della gestazione possono
volare con Royal Jordanian
• Fino alla fine della 28a settimana di gravidanza:
Si consiglia a tutte le gestanti che vogliono intraprendere un viaggio di consultare i propri medici  prima di mettersi in viaggio.
• Oltre la 28a settimana di gravidanza :
Le gestanti devono presentare  una relazione medica certificata dal loro ginecologo entro sette giorni prima della data del viaggio,  tale certificazione deve essere approvata dal  Medico Consulente della Royal Jordanian
Per ottenere l'approvazione necessaria è possibile contattare il Call Center Royal Jordanian al numero: 0096265100000 o inviare una e-mail ai nostri coordinatori di
assistenza speciale all'indirizzo rjsacs@rj.com.

oppure si puo’ scaricare questo modulo e chiedere al proprio ginecologo di compilarlo e inoltrarlo ai coordinatori di Assistenza Speciale all'indirizzo rjsacs@rj.com


• Le donne incinte con gravidanze multiple (gemelli o più) dopo la 32a settimana non saranno accettate per viaggiare.

• Tutte le donne in gravidanza dalla 34a settimana non saranno accettate a bordo dei voli Royal Jordanian.

Linee guida per i referti medici:  

I referti medici inviati a RJ dovrebbero includere:
• Età della gestante.
• Dichiarare se la gravidanza è singola o multipla.
• Indicazione  della settimana di gravidanza (età gestazionale in settimane).
• Indicare la data prevista del parto.
• Indicare qualsiasi complicazione durante la gravidanza
• Indicare se la donna incinta è in grado di volare.
• Il rapporto dovrebbe essere emesso 7 giorni prima della data del viaggio

Suggerimenti per aumentare il comfort a bordo
• Prestare attenzione al bagaglio in quanto si dovrebbe evitare di sollevare pesi durante la gravidanza.
• Indossare le cinture di sicurezza intorno al bacino.
• Passeggiare a intervalli regolari durante il volo.
• Bere molta acqua durante il volo ed evitare di mangiare cibi "pesanti" che possono portare a crampi allo stomaco in caso di immobilità prolungata.